7

Europa Creativa: what’s next?

Milano, 11 aprile 2017

Correva l’anno 2013 e nel mese di dicembre l’EACEA lanciava le prime call di Europa Creativa.
Dopo più di 3 anni di progetti finanziati tra il Programma MEDIA e il Programma Cultura, il 25° anniversario di MEDIA, sei call per lo strand transettoriale, la consultazione pubblica su Europa Creativa, c’è ancora grande attesa per chi ha intenzione di partecipare al programma e per chi vuole saperne di più sul fondo di garanzia per il settore culturale e creativo.
Questa la premessa di “Europa Creativa: what’s next?”, un evento del Creative Europe Desk Italia per percorrere le tappe di Europa Creativa insieme ai progetti finanziati e per scoprire come funzionerà il fondo di garanzia per le industrie culturali e creative, lanciato a Giugno 2016.
L’appuntamento è per l’11 aprile a Milano, dalle 9:00 alle 13:30, presso l’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia.
Introduce i lavori Cristina Cappellini, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia

Il copione dell’evento è diviso in 4 parti:


1. EUROPA CREATIVA: IL PROGRAMMA MEDIA E IL PROGRAMMA CULTURA VERSO IL 2017

Quali saranno i prossimi bandi di Europa Creativa? Quali le prossime scadenze?
Ne parleranno Marzia Santone del Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura - MiBACT e Silvia Sandrone del Creative Europe Desk - Ufficio MEDIA Torino - Istituto Luce Cinecittà.


2. EUROPA CREATIVA: IL FONDO DI GARANZIA PER I SETTORI CULTURALI E CREATIVI

I settori culturali e creativi danno lavoro a oltre 7 milioni di persone nell'UE e rappresentano il 4,2% del PIL dell'Unione Europea. Un dato positivo che, però, nasconde anche delle zone d’ombra: la convinzione comune che i settori culturali e creativi siano investimenti a rischio è stata a lungo una barriera al finanziamento bancario. I motivi? La natura immateriale delle loro attività, le dimensioni ridotte del mercato e l'incertezza della domanda, per citarne alcuni.
Il 30 Giugno 2016 la Commissione Europea ha lanciato un Fondo di Garanzia di 121 milioni di euro, gestito dal Fondo europeo per gli investimenti (FEI), per incoraggiare le banche a concedere più facilmente dei prestiti a favore di progetti e iniziative delle PMI culturali e audiovisive.
Il Fondo agirà in qualità di assicurazione per gli intermediari finanziari (banche) che nei prossimi anni finanzieranno più di 10 000 PMI che si occupano di audiovisivo (film, televisione, animazione, videogiochi e multimedia), festival, musica, letteratura, architettura, archivi, biblioteche e musei, artigianato artistico, patrimonio culturale, design, arti dello spettacolo, editoria, radio e arti visive.
Il 18 giugno 2016 il FEI ha pubblicato una call for expression of interest per selezionare gli intermediari finanziari. Il primo intermediario selezionato è la Compañía Española de Reafianzamiento in Spagna (gennaio 2017), a cui sono seguiti Bpifrance in Francia (febbraio 2017) e Libra Internet Bank in Romania (marzo 2017).
Ne parlerà Gianluca Massimi del Fondo Europeo per gli Investimenti.


3. EUROPA CREATIVA: PROBLEMI DI CO - FINANZIAMENTO

Il co - finanziamento dei progetti di Europa Creativa, spesso, può essere un problema per alcune associazioni. In diversi stati europei ci sono aiuti del settore pubblico e/o privato, che supportano finanziariamente i progetti selezionati.
In Lombardia la Fondazione Cariplo ha lanciato il bando sperimentale Cultura e giovani in Europa, che contribuisce al miglioramento della qualità, della sostenibilità e delle performance dei progetti presentati sui bandi europei da parte delle organizzazioni culturali che operano nel territorio di riferimento di Fondazione Cariplo.
Ne palerà Alessandra Valerio, Programme Officer, Referente capacity building e internazionalizzazione Area Arte e Cultura Fondazione Cariplo.


4. EUROPA CREATIVA: STORIE DI PROGETTI FINANZIATI

Le storie dei progetti finanziati sono sempre un momento di ispirazione per chi vuole partecipare a un bando europeo. Le storie dei progetti finanziati sono anche un modo per ripercorrere i primi 3 anni del Programma e conoscere cosa è stato finanziato. E poi, we all love stories, come recita lo spot del 25° anniversario di MEDIA.
Quattro progetti, quattro ospiti per il Programma Cultura e il Programma MEDIA di Europa Creativa:

  • T.E.E.N. - Theatre European Engagement Network - Programma Cultura - Progetti di Cooperazione.
    Ne parlerà Cristina Cazzola, Direttrice Artistica Segni d’Infanzia.

  • SENSES: the sensory theatre. New transnational strategies for theatre audience building - Programma Cultura - Progetti di Cooperazione.
    Ne parleranno Eugenio De Caro e Maddalena Mazzocut-Mis dell’Università degli Studi di Milano.
  • AREM - Action!Research: a new European Methodology for film literacy - Programma MEDIA - Audience Development - Azione Film Literacy.
    Ne parlerà Alice Arecco, Coordinamento Attività Milano Film Network.
  • The Film Corner. New On and Off Activities for Film Literacy - Programma MEDIA - Audience Development - Azione Film Literacy.
    Ne parlerà Silvia Pareti, Fondazione Cineteca Italiana.

L’evento è gratuito ed è aperto a tutti gli operatori del settore culturale e audiovisivo e alle banche.

“Europa Creativa: what’s next?” è un evento ideato dal Creative Europe Desk Italia e realizzato con la collaborazione di Regione Lombardia e Europe Direct Lombardia.

Seguici sui social con l'hashtag #Wnext.

I loghi di Europa Creativa, Mibact, Istituto Luce Cinecittà

I loghi di Europe Direct Lombardia e Regione Lombardia

Modulo d'iscrizione

  • Europa Creativa: what’s next? Milano, 11 aprile 2017

  • Nome

  • Cognome

  • Email

  • Re-inserisci Email

  • Città

  • Organizzazione/Ente

  • A quale programma sei interessato?

  •  


    Confermo di aver letto l'informativa sulla privacy